Beaujolais Nouveau 2021: con quale piatto bere il tuo vino?

4 abbinamenti di vino da provare con il vostro Beaujolais nouveau
È un errore menzionare un unico e unico Beaujolais nouveau. Infatti, due denominazioni, Beaujolais e Beaujolais-villages, producono questo famoso vino tradizionalmente consegnato il terzo giovedì di novembre a mezzanotte precisamente, in Francia e in tutto il mondo.

A seconda dei terroir, ma anche delle scelte di vinificazione, il primeur ha un profilo aromatico diverso. Rassegna di tutti i piatti che possono accompagnare il vostro bicchiere di Beaujolais, questo 18 novembre 2021.

La salumeria lyonnaise, l’essenziale
Non c’è bisogno di persistere nella separazione di due prodotti che vanno di pari passo. I Beaujolais nouvelles sono nettari in gran parte portati sul frutto, che si sposano perfettamente con la consistenza della cochonnaille e il grasso dei prodotti di Lione: rosette, Jésus de Lyon, saucisson de Lyon…

Prendete l’indulgenza ancora di più al bistrot optando per una salsiccia brioche. Il Beaujolais nouveau viene servito fresco, ad una temperatura tra i 10° e gli 11°.

Specialità regionali, la scommessa sicura
Per fare un accordo di successo con il Beaujolais nouveau, il modo più semplice è quello di scegliere tra le ricette tradizionali della regione in cui viene prodotto il vino, che si estende fino alla Borgogna.

Le uova in camicia in meurette si adatteranno deliziosamente, perché la base della ricetta è un vino rosso fruttato ridotto allo sciroppo. Le lumache di Borgogna sono adatte anche a questo se sono cotte con aglio.

Il grembiule di sapper, una specialità di Lione inventata con trippa, è un’altra idea di successo, così come l’inevitabile insalata di Lione, fatta con fegato di pollame, piede di pecora, uova sode e aringhe.

Code di gamberi e sardine, tentativi felici
Il pesce va meglio con i vini bianchi. Tuttavia, alcune eccezioni sorprenderanno i puristi, purché siano ben scelti.

È necessario che il pesce abbia un gusto pronunciato per l’accordo. Gratinare dalle code di gamberi, altrimenti un’insalata di sardine o aringhe può essere una soluzione.

Pere con vino, l’idea giusta
Per dessert, non aver paura di usare il primeur come ingrediente per una preparazione molto fruttata.

Pere, la cui stagione è in pieno svolgimento, possono essere in camicia in un Beaujolais per disegnare e assorbire gli aromi del vino.

Top i frutti con un po ‘di frittelle di pizzo schiacciato, altrimenti cospargere con un po’ di spezie, come la cannella.

Suggerisci una salsa di cioccolata calda. E voilà!

5 cuvée del Beaujolais Nouveau 2021 da gustare
Anno dopo anno, le lingue cattive amano denigrare il Beaujo’, che dicono avrà un sapore come una banana o un profumo di fragola. Tuttavia, questa annata 2021 potrebbe avere ancora delle buone sorprese in serbo per te.

Nonostante le condizioni climatiche molto difficili (gelo a maggio, in particolare), la qualità dovrebbe essere al rendez-vous … più di quantità! Bertrand Chatelet, direttore del Beaujolais wine and Enological Research Institute, promette vini “più leggeri nell’alcol e nella struttura tannica, teneri, fruttati e molto gustosi”.

E poiché siamo stati in grado di assaggiare in anteprima diverse cuvées di questo Beaujolais Nouveau 2021, confermiamo che questa “leggerezza fruttata” è all’appuntamento … e questo è buono! Spesso molto pronunciate, le note di frutti rossi sembrano essere più discrete quest’anno; questo è soprattutto il caso dell’ottima cuvée Baronne du Chatelard.

Lontano dalle etichette molto (troppo) colorate di alcuni esordienti, ci piace anche l’eleganza di un vino come quello di Domaine JP Rivière, perfetto per un aperitivo. Anche la sua etichetta è un successo! Questi complimenti valgono anche per i piaceri di Pegasus di Jean-François Pégaz, dal Domaine du Baron de l’Ecluse ,( senza solfiti aggiunti, quindi garantito senza mal di testa il giorno dopo!).

Coloro che vogliono approfittare della loro degustazione per celebrare il loro impegno eco-responsabile possono rivolgersi al Beaujolais Nouveau di Domaine de Foretal. Certificato Terra Vitis, offre un bellissimo equilibrio tra frutti rossi e note più tanniche.

Infine, anche la denominazione Beaujolais Villages ha voce in capitolo per questo 3 ° giovedì di novembre: il vino di Christophe Paris mostra una tipica tavolozza aromatica e può accompagnarti per tutto il pasto, dall’aperitivo al dessert!

Lascia un commento