Il 30 marchi di orologi che un uomo dovrebbe assolutamente sapere

Stabilire una classifica delle migliori marche di orologi da uomo ci sembrava pericoloso quanto folle. Così abbiamo preferito fare una lista di marchi di orologi che si ha realmente bisogno di sapere se ti piace l’orologeria. (Spesso di lusso) marchi che probabilmente avete sentito parlare prima, ma può essere a conoscenza di alcune cose.

Questo articolo non ha altra pretesa che aiutarti a vedere più chiaramente e a voler stuzzicare la tua curiosità per farti venire voglia di saperne di più!

Quali marchi di orologi dovremmo includere in questa classifica?
In un panorama orologiero in continua evoluzione, ci sono alcuni grandi nomi da non perdere. Per molti, è il nome Rolex che viene subito in mente. Tuttavia, oggi ci sono molti che stanno cercando di rompere i codici e stanno cercando di lanciare il proprio marchio. Abbiamo parlato negli ultimi anni di BA111OD, Hegid, Charlie Paris, Beaubleu e tanti altri … Sono ancora un po ‘ giovani per apparire in questo articolo, ma meritano comunque la tua piena attenzione.

La lunga lista di marchi di orologi più o meno prestigiosi che condividiamo qui non è ovviamente esaustiva. Avremmo anche potuto parlare (in nessun ordine di preferenza) di BRM, Jacquet-Droz, Lip, Ulysse Nardin, Glashütte, A. Lange & Söhne, Yema o del compianto RJ-Romain Jerome … Ma noi “abbiamo scelto di fare una scelta”.

Così, ecco (in ordine alfabetico) la nostra selezione di 30 marchi di orologi che probabilmente avete già sentito parlare e che si dovrebbe assolutamente conoscere!

Alpina
Come molte delle sue controparti menzionate qui, il marchio Alpina è nato in Svizzera, nel 1883. All’epoca faceva parte della Corporazione degli orologiai svizzeri. Dopo un periodo complicato alla fine del 20 ° secolo, Alpina è stata splendidamente rianimata e oggi gode di una solida reputazione, soprattutto nel mondo dello sport. Il freerider francese Victor De Le Rue è quindi l’ambasciatore ufficiale della casa svizzera.

L’Audemars Piguet
Il nome di questo marchio si riferisce direttamente ai suoi due creatori, Jules-Louis Audemars e Edward-Auguste Piguet. Fondata nel 1875, la casa svizzera (ovviamente!) si è rapidamente distinto per i suoi orologi sempre più complicati (suoneria, ripetizione minuti …) e i suoi movimenti extra-piatti.

Nel 1925, Audemars-Piguet ha presentato l’orologio da tasca più piatto del mondo, con uno spessore di soli 1,32 mm. Dal 1970, il marchio è stato meglio conosciuto per la sua iconica collezione Royal Oak. Gli orologi di questa linea sportiva si distinguono per la loro cassa ottagonale e le otto viti a vista che garantiscono l’impermeabilità.

Va notato che nel 2021, il marchio appare ancora ai discendenti dei due fondatori: questo è abbastanza raro da essere segnalato!

Bell & Ross
Contrariamente a quanto il suo nome potrebbe suggerire, il marchio Bell & Ross è … Francese (franco-svizzero, più precisamente). E come il precedente, questo nome si riferisce anche al suo duo creativo, Bruno Belamich e Carlos Rosillo.

Fondata nel 1992, l’azienda è specializzata in orologi pensati per i professionisti, in particolare quelli che lavorano in condizioni “estreme”: piloti, astronauti, soldati … Questi segnatempo sono quindi particolarmente robusti, come l’Hydromax, impermeabili fino a 11.000 metri!

Gli orologi Bell & Ross (in particolare la collezione BR) sono spesso riconosciuti dalla loro cassa quadrata combinata con un quadrante rotondo. E se la leggibilità è il punto di forza di questi modelli, il marchio non dimentica di prendersi cura dello stile, anche se d alcune eccentricità (luminosità fluorescente, un teschio sul quadrante …). Basti dire che con un Bell & Ross al polso, non passerete inosservati!

Bréguet
Qui è probabilmente uno dei più antichi marchi di orologi, fondata da Abraham-Louis Bréguet a Parigi nel 1775, Quai de l’Horloge (non è inventato!).

Già nel 1780, Bréguet sviluppò i suoi primi orologi automatici, chiamati “perpetual”. Da Bonaparte a Winston Churchill, passando per Maria Antonietta, Bréguet ha stropicciato le spalle con i grandi personaggi storici di questo mondo.

Se il 20 ° secolo non è sempre stato un piacere, l’acquisizione da parte del gruppo Swatch nel 1999 ha permesso al marchio di vedere il futuro con più ottimismo. E per dimostrare incomparabile know-how, come dimostra la mano d’oro ricevuto nel 2014 per il classico orologio Chronométrie 7727.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.