Lyft, Uber per pagare le spese legali per i conducenti citato in giudizio per il trasporto di passeggeri per uccidere i bambini sotto la nuova legge sull’aborto TX

Un certo numero di grandi aziende tecnologiche stanno esprimendo la loro opposizione verso la nuova legge sull’aborto del Texas con nuove politiche e offerte.
Diverse aziende hanno adottato misure per limitare gli informatori sull’aborto o sostenere le donne che vogliono ricevere aborti alla luce della nuova legge che vieta alle donne di abortire una volta rilevato un battito cardiaco fetale intorno alla sesta settimana di gravidanza.
Le app di passaggio in auto Lyft e Uber, ad esempio, venerdì hanno annunciato nuove offerte per coprire le spese legali dei conducenti se vengono citati in giudizio secondo la nuova legge del Texas per guidare le donne in cerca di aborti alle cliniche.

Lyft cofondatori Logan Green e John Zimmer, così come Lyft General Counsel Kristin Sverchek, ha rilasciato una dichiarazione dicendo che la legge “minaccia di punire i conducenti per ottenere le persone dove hanno bisogno di andare — in particolare, le donne che esercitano il loro diritto di scegliere e di accedere alle cure sanitarie di cui hanno bisogno.”
“Vogliamo essere chiari: i conducenti non sono mai responsabili del monitoraggio di dove vanno i loro piloti o perché”, hanno detto i dirigenti di Lyft. “…Questa legge è incompatibile con i diritti fondamentali delle persone alla privacy, le nostre linee guida della comunità, lo spirito del passaggio in auto e i nostri valori come azienda.”

Lascia un commento