Tessuto ‘Royal Purple’ Risalente al tempo del re Davide scoperto in Israele

Resti di tessuto tinto viola incontri al tempo del re Davide sono stati scoperti nella Valle di Timna in Israele.
Secondo i rapporti, i ricercatori hanno trovato “resti di tessuto, una nappa e fibre di lana tinte di porpora reale”, il primo dei quali, usando la datazione al radiocarbonio, è stato trovato datato all’età del ferro, 1.000 a. C.
“La nostra spedizione archeologica sta scavando continuamente a Timna dal 2013. Come risultato del clima estremamente secco della regione, siamo anche in grado di recuperare materiali organici come tessuti, corde e pelle dell’età del ferro, dai tempi di Davide e Salomone, fornendoci uno sguardo unico sulla vita nei tempi biblici”, ha sottolineato il professor Erez Ben-Yosef del dipartimento di archeologia dell’Università di Tel Aviv.

I ricercatori dicono che il colorante viola è derivato da tre specie di molluschi che si trovano nel vicino Mediterraneo: il colorante fasciato-Murex (Hexaplex trunculus), il colorante spinoso-Murex (Bolinus brandaris) e il guscio di roccia dalla bocca rossa (Stramonita haemastoma).
I test sono stati condotti presso la Bar Ilan University per identificare la specie, sulla base di altri coloranti che sono stati ricostruiti utilizzando le ghiandole coloranti dei molluschi.

“Nell’antichità, l’abbigliamento viola era associato alla nobiltà, ai sacerdoti e, naturalmente, alla regalità. La splendida tonalità del viola, il fatto che non svanisca e la difficoltà nel produrre il colorante, che si trova in quantità minute nel corpo dei molluschi, lo hanno reso il più apprezzato dei coloranti, che spesso costano più dell’oro”, ha spiegato il Dr. Naama Sukenik con l’Israel Antiquities Authority in una dichiarazione.

“Fino alla scoperta attuale, avevamo incontrato solo rifiuti di gusci di molluschi e cocci con macchie di colorante, che fornivano prove dell’industria viola nell’età del ferro. Ora, per la prima volta, abbiamo la prova diretta dei tessuti tinti stessi, conservati per circa 3000 anni”, ha gioito.

Sukenik ha anche detto al Jerusalem Post che la scoperta aiuta i ricercatori a saperne di più sui residenti della classe superiore che un tempo vivevano a Timna.

“Mentre non possiamo dire a chi appartenessero i frammenti di tessuti che abbiamo trovato, una cosa è certa: se fossimo stati in grado di aprire gli armadi di re Davide o re Salomon, avremmo trovato vestiti tinti in questo colore”, ha spiegato.

” È sbagliato supporre che se non sono stati trovati grandi edifici e fortezze, allora le descrizioni bibliche della Monarchia unita a Gerusalemme devono essere finzione letteraria”, ha anche delineato Ben-Yosef. “La nostra nuova ricerca a Timna ci ha mostrato che anche senza tali edifici, c’erano re nella nostra regione che governavano su società complesse, formavano alleanze e relazioni commerciali e facevano guerra l’uno all’altro.”

“La ricchezza di una società nomade non si misurava in palazzi e monumenti fatti di pietra, ma in cose che non erano meno apprezzate nel mondo antico – come il rame prodotto a Timna e la tintura viola che veniva scambiata con le sue fonderie di rame.”

In 2 Cronache 2: 7, il re Salomone disse: “Mandami ora dunque un uomo astuto per lavorare in oro, e in argento, e in rame, e in ferro, e in porpora, e cremisi, e blu, e che può abile a tomba con gli uomini abili che sono con me in Giuda e in Gerusalemme, che Davide mio padre ha provveduto.”

Ha anche descritto la donna di Proverbi 31 come una che ” si fa rivestimenti di arazzi; il suo abbigliamento è di seta e porpora.”

Allo stesso modo Gesù indossava una veste di porpora prima della sua crocifissione, come afferma in Giovanni 19:5, “Poi uscì Gesù, indossando la corona di spine e la veste di porpora. Pilato disse loro: “Ecco l’uomo!’”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *